Fibromialgia Prurito: cosa lo provoca e come farlo smettere

La fibromialgia può causare prurito dappertutto? Sì, assolutamente possibile. Non è uno dei sintomi della fibromialgia di cui sentiamo parlare molto spesso, ma è uno che può farti impazzire se ce l’hai.

Il prurito della fibromialgia, chiamato anche prurito, è in realtà più comune di quanto si pensi. Secondo uno studio turco del 2016, “Abbiamo trovato il prurito come sintomo nel 69,5% dei pazienti con FMS nel nostro studio”.

Va notato che uno studio della Mayo Clinic del 2014 ha riferito di aver riscontrato solo prurito come sintomo nel 3,3% dei pazienti con fibromialgia. Tuttavia, quello studio non ha parlato né ha esaminato i pazienti FM. Invece, ha semplicemente rivisto i grafici di 845 pazienti con diagnosi di fibromialgia per determinare manifestazioni dermatologiche comuni. Dal momento che il prurito non è uno dei sintomi primari della fibromialgia, la maggior parte delle persone vede il proprio medico o ne parla anche durante una visita regolare, i risultati non sono sorprendenti. Sospetto che se ai pazienti fosse stato chiesto specificamente di prurito, il conteggio finale avrebbe comportato una percentuale molto più elevata.

Nonostante il fatto che non sentiamo molto sul prurito della fibromialgia, potresti essere sorpreso di apprendere che il prurito è in realtà uno in un lunghissimo elenco di possibili sintomi “generali” della fibromialgia inclusi nei criteri diagnostici della fibromialgia del 2010 proposti dall’American College di reumatologia.

Quali sono le cause prurito della fibromialgia?
Una sola causa per il prurito che molti pazienti con fibromialgia sperimentano deve ancora essere identificata. Vi sono, tuttavia, alcune possibilità:

• Ipersensibilità (sensibilizzazione centrale) – È noto che la fibromialgia provoca una sensibilizzazione del sistema nervoso centrale, con conseguente ipersensibilità al dolore. Oltre ad essere ipersensibili al dolore, la maggior parte dei pazienti con fibromialgia si trova ipersensibile anche ad altri stimoli, come odori, rumore, luce, sostanze chimiche e persino alimenti. (Da qui il gran numero di persone con fibromialgia che soffrono di una varietà di allergie.) È possibile che le fibre nervose iperattive possano causare prurito in alcuni pazienti con fibromialgia.

• Serotonina – Uno studio del 2014, pubblicato sulla rivista Neuron, ha rilevato che livelli anormali della serotonina del neurotrasmettitore causavano prurito nei topi. Hanno anche scoperto che il rilascio di serotonina in risposta al dolore attiva i recettori che causano prurito. Pertanto, quando il corpo rilascia serotonina in risposta al dolore della fibromialgia, potrebbe attivare i recettori che provocano prurito.

• Effetti collaterali dei farmaci – Sfortunatamente, molti dei farmaci più frequentemente usati per trattare la fibromialgia hanno prurito come un effetto collaterale comune. Alcuni di questi farmaci includono:

Tutti e tre i farmaci approvati dalla FDA per il trattamento della fibromialgia: Lyrica (pregabalin), Cymbalta (duloxetina) e Savella (milnacipran).
Antidolorifici OTC come ibuprofene, naprossene sodico e talvolta persino paracetamolo.
Tramadolo e altri antidolorifici oppioidi..

Come fermare il prurito
Indipendentemente da ciò che sta causando il prurito, tutto ciò che vuoi davvero è farlo smettere. Se ritieni che il tuo prurito possa essere causato da una delle possibilità discusse sopra, ecco alcuni suggerimenti per parlare con il tuo medico di:

Se l’ipersensibilità e le fibre nervose attivate sono il problema, può essere utile un farmaco antiepilettico come gabapentin o pregabalin. Tuttavia, tieni presente che pregabalin ha prurito come possibile effetto collaterale.
Se ritieni che il problema sia causato da livelli anormali di serotonina, può essere utile un inibitore selettivo del reuptake della serotonina (SSRI). Alcuni SSRI comunemente prescritti includono fluoxetina (Prozac), sertralina (Zoloft) paroxetina (Paxil), escitalopram (Lexapro), fluvoxamina (Luvox) e citalopram (Celexa).
Se stai assumendo uno dei farmaci per i quali il prurito è un effetto collaterale comune, la soluzione ovvia sarebbe quella di smettere di prenderlo. Ma se il farmaco ti aiuta a migliorare gli altri sintomi della fibromialgia, potrebbe non essere un compromesso che sei disposto a fare. Avvertenza: se stai assumendo uno dei tre farmaci approvati dalla FDA per la fibromialgia, il tramadolo o un altro oppioide, NON smettere improvvisamente di prenderlo. La brusca interruzione di questi farmaci può provocare gravi sintomi di astinenza. Se si desidera interrompere l’assunzione di uno di questi farmaci, consultare prima il medico e elaborare un piano per diminuire gradualmente..

Farmaci OTC e rimedi naturali per il prurito
Inoltre ci sono una serie di farmaci OTC e rimedi naturali che possono aiutare a ridurre e persino eliminare il prurito.

Antistaminici: gli antistaminici OTC come Benadryl, Claritan e Zyrtec possono spesso aiutare ad alleviare il prurito.
Creme anti-prurito – Sono spesso raccomandate creme o lozioni anti-prurito topiche contenenti almeno l’1% di idrocortisone, calamina o capsaicina. Personalmente ho trovato la crema Florazone, una crema omeopatica anti-prurito, ancora più efficace per alleviare il prurito.
Bagno di farina d’avena – Macina una farina d’avena semplice e non aromatizzata in polvere o acquista farina d’avena colloidale e aggiungi una tazza all’acqua tiepida del bagno. Assicurati che la farina d’avena sia ben miscelata, quindi immergila nella vasca per 15 o 20 minuti.
Impacchi di ghiaccio: poiché i graffi possono peggiorare il prurito, a volte intorpidire temporaneamente l’area in cui i pruriti possono alleviare il prurito e aiutare a interrompere il circolo vizioso graffio / prurito.
Gel e oli per foglie: il gel di aloe vera o l’olio essenziale di menta piperita diluito possono aiutare a dare un po ‘di sollievo dal prurito rinfrescante.
Prevenire il prurito della fibromialgia
Oltre a trattare il prurito una volta iniziato, ci sono alcune misure preventive che puoi adottare per ridurre al minimo i cambiamenti di esso a partire da tutto.

Bevi molta acqua per mantenere la pelle ben idratata. La pelle secca ha maggiori probabilità di essere pruriginosa.
Evita di fare bagni o docce con vapore perché asciugano la pelle e peggiorano il prurito.
Utilizzare solo prodotti per la cura della pelle non profumati e detergenti per prevenire irritazioni e sensibilità della pelle.
Idrata la pelle almeno una volta al giorno con una lozione non profumata o un olio naturale come cocco, argon o jojoba.
Quando il prurito diventa un problema serio
Se avverti un forte prurito al punto da interferire con il sonno o causare graffi così forti da sanguinare e / o infettare la pelle, è importante discuterne con il medico..

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *