La quarantena ha aumentato i sintomi della fibromialgia

Dolori in tutto il corpo principalmente nei muscoli, stanchezza, sonno non riparativo (la persona si sveglia stanca) e altri sintomi come cambiamenti nella memoria, attenzione e depressione. Possono essere segni di fibromialgia. Sebbene la malattia sia comune, viene diagnosticata solo nel 5% dei pazienti. Il reumatologo Dr. Dra. Rafaela Gonçalves, che ha partecipato al programma Jota Ferreira questo giovedì (23).

Secondo lo specialista, su ogni 10 pazienti con fibromialgia, circa nove sono donne e il motivo per cui ciò accade non è noto. “Non sembra esserci una relazione con gli ormoni, poiché la fibromialgia colpisce le donne sia prima che dopo la menopausa”, ha detto.

Secondo il medico, la fibromialgia appare di solito nelle persone di età compresa tra 30 e 60 anni. E che la diagnosi della malattia a volte è ritardata perché può essere confusa con altre malattie più comuni. “Non esiste un esame per la fibromialgia da rilevare immediatamente”, ha detto.

Sono in corso diversi studi per scoprire perché la fibromialgia e quali trattamenti usare. E secondo la reumatologa Rafaela Gonçalves, nella pandemia il numero di pazienti con sospetta malattia è aumentato. Perché molti sono stressati, in difficoltà e non praticano più esercizi fisici.

Per saperne di più sull’argomento puoi seguire l’intervista completa di seguito.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *